Piante invernali: le 5 regine che colorano il tuo giardino (ma anche il balcone)

Chi l’ha detto che in inverno il balcone, o il giadino per i più fortunati, è destinato ad essere spoglio e grigio? L’importante è pianificare e saper scegliere le piante giuste che resistono e fioriscono nonostante le temperature rigide. Fondamentale, come sempre, scegliere il giusto terriccio e le dimensioni corrette per i vasi, nonché l’esposizione più adeguata.

Andiamo a scoprire 10 piante regine dei freddi che coloreranno i vostri spazi verdi nei mesi invernali.

Bucaneve

Anche conosciuto come “fiore di febbraio“. In realtà la sua fioritura va da gennaio a marzo, quindi in pieno inverno. Perfetti sia in giardino che su terrazzi e balconi. Non amano il sole e resistono ad acqua e gelate, nonché ad abbondanti nevicate. Il suo colore bianco candido porterà una macchia luminosa nei vostri spazi. Viene chiamato anche stella del mattino, in quanto spesso è il primo fiore a sbocciare anche quando la neve ricopre ancora il sottobosco. Scegliete un luogo ombreggiato e fresco, tenendo conto che il bucaneve necessita di temperature basse. I raggi del sole devono raggiungere la pianta per poche ore al giorno.

Ciclamino

Se amate i colori decisi il ciclamino è la scelta perfetta per dare un tocco di colore al vostro inverno. In realtà la palette di questa pianta spazia dal bianco al rosso, dal rosa chiaro al lilla. La sua fioritura è particolarmente lunga perché inizia con i primi freddi intorno autunnali e può continuare fino agli esordi della primavera. Unica accortezza tenerlo ai ripari da violente gelate. Se decidete di coltivare il ciclamino in giardino, non esponete le piantine alla luce diretta del sole, optate per luoghi in mezz’ombra. Stessi accorgimenti sul terrazzo: fate attenzione a spostare il vaso lontano dalla luce piena.

Cavolo ornamentale

Si tratta di una pianta alta non più di 20-25 centimetri, impiegata per l’allestimento di bordure e aiuole in epoca autunno-invernale, esclusivamente decorativa e non alimentare. Ma non solo: i vasetti di cavolo ornamentale stanno benissimo su davanzali e balconi, regalando una vivace macchia di colore. E’ una pianta estremamente resistente alle temperature rigide, può resistere fino a 10 gradi sotto zero. Essendo robusto darà soddisfazione anche ai coltivatori meno esperti non necessitando particolari accorgimenti.

Agrifoglio

La pianta natalizia per antonomasia, con le sue irresistibili bacche rosse. Questo arbusto può essere collocato ovunque, favorendo una posizione soleggiata. E’ una specie non particolarmente esigente in fatto di cure ed è molto resistente, per cui non è necessario essere degli esperti in giardinaggio per averla rigogliosa e ben curata. In terra la pianta va annaffiata una volta ogni 2 settimane circa (anche 3 settimane se la quantità di acqua è sufficiente), lasciando il terreno bello umido. In vaso andrà bagnata più di frequente ma con meno acqua.

Camelia

Anche la bellissima camelia – nel dettaglio la varietà Sasanqua – originaria del Giappone e della Cina, getta i fiori tra novembre e marzo. Unica accortezza è fare attenzione alle gelate, che potrebbero rovinare i fiori. Le camelie, soprattutto la specie sasanqua, sono rustiche e sopportano temperature anche inferiori a 0°C, ma non tollerano la neve sulle foglie, che può provocare delle bruciature. Sono piante da sottobosco che preferiscono posizioni ombreggiate o semiombreggiate; ma possono tollerare anche il pieno sole, avendo però cura che il terreno sia sempre umido.