A Made Expo in vendita gli alberi di Tree Marathon, per far respirare le città


Made expo, il maxi evento in corso in questi giorni a Rho Fiera, dedicato al settore della progettazione, dell’edilizia e delle costruzioni, fra i temi al centro dell’attenzione pone sostenibilità ambientale e punta sul verde attraverso il progetto “Tree Marathon – Un albero per il futuro”. L’iniziativa di sensibilizzazione ambientale, in partnership con Radio Deejay, vuole portare nelle case degli italiani piccole querce, ciliegi e aceri capaci di assorbire meglio l’anidride carbonica. Il traguardo? Mettere 42.195 nuovi piccoli alberi – quanti sono i metri di una maratona – sui balconi e sulle terrazze delle città.
A Made expo Tree Marathon ha ottenuto uno spazio dove si possono acquistare direttamente i piccoli alberi da coltivare in vaso (o nel caso della quercia da piantare in un giardino) che sono certificati e accompagnati dal passaporto del Servizio Fitosanitario. Iniziativa che ha tra i protagonisti il professor Gianumberto Accinelli, entomologo, ricercato autore di libri e divulgatore.
“Dobbiamo partire da un fatto, le città pur non particolarmente estese rispetto alle campagne, agli ambienti naturali, al mare sono i centri che producono più anidride carbonica al mondo – la principale responsabile riscaldamento globale – pochi luoghi rispetto al totale globale dove però econdo molti scienziati, fra cui il botanico Stefano Mancuso, le giovani piante possono avere un effetto molto maggiore rispetto a quelle presenti in altri ambienti perché intercettano l’anidride carbonica proprio sul nascere, sono come delle spugne di anidride carbonica”, spiega Accinelli che aggiunge: “Per questo da un lato abbiamo pensato di offrire le piante semplici da coltivare a casa ai cittadini, dall’altro abbiamo suggellato l’alleanza con Made expo perché si occupa di costruzioni, di città e delle nuove città e secondo la nostra visione ma anche quella degli organizzatori della fiera il futuro della città deve fare i conti con l’ambiente ed essere sostenibile. A Milano c’è il Bosco Verticale progettato dall’architetto Stefano Boeri, che precorre questa nuova frontiera green, simbolo di una metropoli in grado di crescere e non impattare troppo sull’ambiente”.
E noi di Italiana Terricci ben conosciamo (e favoriamo) questi trend green urbani, grazie alla nostra flotta capace di consegnare in città, ed elevarsi per far fiorire balconi e terrazzi.
Inoltre gli aceri, i ciliegi da fiore e le querce in vendita a Made expo hanno anche un valore particolare perché dietro non si tratta di un’azione benefica: dietro c’è Eugea, spin off dell’Università di Bologna che fa lavorare ragazzi di una cooperativa sociale di Bologna, la Asscoop, per la parte logistica (dalla coltivazione delle piante all’imballaggio e alla spedizione) assume con regolari contratti di lavoro persone affette da disabilità psichiatriche che lavorano in situazioni protette, un progetto per reintegrale nella società. Non solo le piante si possono acquistare pe la propria abitazione o per fare un regalo a online collegandosi al sito di Eugea (http://shop.eugea.it) dando così un contributo concreto per rendere più vivibili le aree urbane.