Largo alle primule


E’ il momento delle primule: fra i fiori che per primi annunciano la primavera. Li vediamo spuntare nei giardini e dai vasi su terrazzi e balconi.
Originaria dei sottoboschi, la primula, pianta duratura e coloratissima, alza la testa nonostante le temperature rigide, e rimane fiorita fino a giugno. La sua fama è quella di un fiore che non necessita di particolari cure, spetta però a noi metterla nelle migliori condizioni per svilupparsi e mantenersi al meglio e a lungo. Ecco diverse buone pratiche che vi consentiranno di godere delle vostre primule sino all’inizio dell’estate.
IL FRESCO: sono fiori che amano il fresco invernale mentre il caldo intenso non le favorisce. Meglio quindi esporle a mezz’ombra. Durante il periodo della fioritura, che dura circa 45 giorni, cercate di mantenere la temperatura tra i 10 e i 15° C, questo permetterà di allungarlo. Tenerle lontane dalle correnti d’aria.
ANNAFFIATURA: le condizioni meteo determineranno l’umidità del terreno, in base a quello ci si dovrà regolare per l’innaffiatura. Facendo sempre attenzione a non creare ristagni nel sottovaso.
RINVASO: la primula è una pianta che deve essere rinvasata ogni due anni. È meglio scegliere l’autunno, poco prima dell’inizio della loro attività vegetativa, per rinvasare. Per scegliere il miglior terriccio e compost affidatevi a noi. Se utilizzate dei lunghi vasi condivisi calcolate che tra una primula e l’altra bisognerà lasciare 10 cm di distanza.
I SEMI: se desiderate raccogliere i semi delle vostre primule, fatelo al termine dell’estate. Conservate i semi in un luogo asciutto fino alla stagione della semina. I semi di primule sono facili da far germinare, vi basterà disporli su un terriccio soffice da mantenere, nelle prime fasi, umido.